IL PROGRAMMA LIFE+ LIFE LOW RESOURCES LOW ENERGY PARTNERS AGGIORNAMENTO DEL PROGETTO NEWS DOCUMENTI GALLERIA LINKS CONTATTI
LIFE 11 ENV/IT/036

PARTNERS

MAJORCA s.p.a.
Majorca presenta una forte tendenza a seguire i trend di mercato, ecco perchè offre sempre prodotti innovativi che coniugano innovazione e tradizione in un incontro unico. Majorca, fin dalla nascita, ha mostrato una forte tendenza all’esportazione e all’internazionalizzazione, consolidando di anno in anno la propria presenza sui mercati nazionali ed europei, Majorca è stata la prima azienda ceramica ad esportare negli Stati Uniti ed in Nord America. In seguito si è rivolta anche ai mercati dell’Oceania. Majorca può contare su una rete di agenti e distributori che copre 42 paesi. Ricercando sempre nuove tecnologie all’avanguardia, Majorca si prende cura dei propri prodotti con una rara attenzione e da la massima importanza al servizio per il cliente ed al mercato. Negli ultimi anni, Majorca ha introdotto una reale rivoluzione nel settore ceramico, dando l’impulso per realizzare approfondite attività di ricerca sui principali trend estetici e del design. I prodotti vengono realizzati in fabbrica con un elevato livello di efficienza. Risulta importante sottolineare che l’impresa ha già partecipato a diversi programmi di R&D sia a livello nazionale che regionale, mostrando le capacità di gestione di progetti complessi ed innovativi.

Università di Modena e Reggio Emilia
UNIMORE (1176) è la terza Università più antica del mondo ed è sempre stata classificata tra i primi atenei in Italia per la qualità dell’insegnamento e della ricerca a partire dal 2007. UNIMORE è un campus localizzato nelle città di Modena e Reggio Emilia. Conta circa 18'000 studenti, 900 membri di facoltà, 11 facoltà, 8 scuole per dottorati e 29 dipartimenti. UNIMORE può contare anche su una eccellente rete accademica e con organizzazioni industriali. Partecipa attivamente ai programmi S&T dell’UE in diversi campi. Nel proprio portafoglio progetti si contano 55 progetti FP7, 4 LIFE+ ENV e numerosi progetti di ricerca industriale finanziati dal JTIs (ENIAC/ARTEMIS). Il dipartimento di ingegneria dei materiali e dell’ambiente è stato fondato nel 2000 ed include l’osservatorio geofisico di ateneo. Il suo primario campo di interesse consiste nei nuovi materiali, lo sviluppo di nuovi processi, sistemi ed apparecchiature che possano portare benefici in termini di sostenibilità e competitività, perseguendo la migliore efficienza con il minimo impatto ambientale. Uno dei compiti fondamentali è la produzione ed il trattamento di dati per reti globali e nazionali per il monitoraggio del clima (vi lavora dal 1826). Il dipartimento è fortemente integrato nel territorio, collabora con le realtà industriali locali e nazionali e mantiene contatti con enti pubblici relativi al controllo ambientale. Grazie alle interazioni con università italiane e straniere ed organismi di ricerca, è riuscita a creare una atmosfera attiva e fiorente per le scienze dominata da continui scambi di ricercatori e studenti che avvengono durante tutto il corso dell’anno. Inoltre l’Industrial Liason Office supporta attività di spin-off e trasferimento tecnico, mentre l’ufficio di ricerca conta su consolidati esperti nella progettazione di progetti e nella loro gestione, contribuendo alla creazione di partnerships industria-università e promuovendo la partecipazione a programmi dell’UE per RTD+I.

Università di Padova
L’Università di Padova è una delle più importanti università italiane. Fondata nel 1222, insieme ad università come Bologna, Parigi, Oxford e Cambridge. Negli ultimi anni l’Università di Padova ha ottenuto più di 100 milioni di Euro di contributi derivanti da programmi quadri e fondi strutturali ed ha portato avanti centinai di progetti in partnership con istituti di tutto il mondo. Il dipartimento di ingegneria industriale successore del dipartimento di ingegneria dei processi chimici dell’Università di Padova promuove, coordina e realizza progetti prevalentemente orientati alla sostenibilità delle comunità e delle imprese. DII ha concluso con successo diversi progetti relativi a sistemi di gestione qualitativi, sociali ed ambientali ed ha realizzato la valutazione dell’impatto sociale, ambientale ed economico, dei rischi e dei costi di altrettanti progetti. Il team che si focalizza su tali aspetti impiega più di 15 ricercatori. I principali progetti europei di DII sono stati: 1. Phare EU Programme ADRI-net-EMAS “Sustainability and involvement in the environmental and social management of the territory during a flooding” as subcontractor 2. INTERREG IIIB CADSES - “IPAM Toolbox- EMAS Registration” as subcontractor 3. INTERREG IVC FRESH- “Forwarding Regional Environmental Suistainable Hierarchies” as partner (ongoing project) 4. Competitiveness and Innovation Programme - EOS Code project – “A Code of Practice on Environmetally Oriented Sustainability– Knowledge networks for the Competitiveness and Sustainability of the European Tourism” as partner 5. LIFE Environment Program “SIAM – Sustainable Industrial Area Model” as partner 6. LIFE Environment Program “Low resources Low energy – Ennobling mixture of waste for full low-energy replacement of exhaustible natural resources in building materials output” as partner 7. LIFE Environment Program “W-LAP – Waste eliminating and water-free new revolutionary as partner